Io le dissi ridendo -Ma signora Aquilone, non le sembra un po' idiota questa sua occupazione?
Lei mi prese la mano e mi disse -Chissà? Forse in fondo a quel filo c'è la mia libertà.

mercoledì 22 agosto 2012

L'estate sta finendo...ed ecco che spunta LA DIETA

Più puntuale dell'equinozio d'autunno, ecco che scavallata la metà di agosto, con le giornate che si accorciano e quella mezza nostalgia dell'estate che se ne va, io e l'amorevole amato coinquilino umano ci mettiamo a dieta.
L'anno scorso io, quest'anno lui: siamo grassi, dovremmo metterci a dieta
Il 90% delle persone si mette a dieta semmai prima dell'estate, magari poco prima, della serie 5-kg-in-5-giorni in vista della prova costume.
Noi no. Finchè l'aria è frizzante e i centimetri di tessuto abbondanti ci culliamo nei nostri ordinari eccessi alimentari con grande disinvoltura. Poi arriva l'estate, che per quel suddetto 90% significa: 1) non si accende il forno; 2) non si frigge; 3) non si accendono piastre e fornelli; 4) il caldo fiacca l'appetito e si ha una gran voglia di frutta e verdura.
Per noi no. Mangiamo quanto prima, anzi di più. Le attività al punto 1, 2 e 3 vengono praticate anche contemporaneamente, in completo disprezzo di anticicloni e compagnia bella. In più si beve, birra e vinello "per rinfrescarsi" (frutta e verdura "impomano"). In più si esce più di frequente, si sta più spesso in compagnia...e non si può mica mangiare un'insalata. E...attività sportiva, questa sconosciuta: troppo caldo (per magnare un capriolo in salmì no però).
Ma quando l'estate volge al termine, complice qualche foto impietosa a lardelli e balzelli, ecco che in un rigurgito di autocoscienza la verità emerge lampante: l'età, la serenità, l'amore, quello pacioso che si è conquistato divano e pantofole, fanno ingrassare.
E allora, a-a-a-ttenti! Regole, ci vogliono delle regole.
12 giorni. Due pasti liberi. Ogni sgarro è un giorno in più di dieta. Ci si pesa ogni 4 giorni. Più carne/pesce, meno pasta, niente pane.
Cibi da consumare a go-go, come se non ci fosse un domani: fagiolini, insalata, carote scondite...(n.d.r.: Ehi, ma dico?! Vi sentite voi dietologi??!! Ma chi mai e per quale orribile evento della vita può desiderare di ingolfarsi di fagiolini bolliti e carote scondite?).
Attenzione però perchè il muscolo pesa di più del grasso, quindi magari chi fa esercizio fisico non perde peso perchè sta aumentando la massa muscolare. Ho ovviato a questo annoso incoveniente premurandomi di non muovere assolutamente neanche un muscolo.
Ovviamente mi sento già più magra ma ovviamente sono incarognita, perchè ad esempio vorrei una birra e un pacchetto di grissini.
In ultimo una constatazione. Il maggiore apporto proteico comporta, insieme a quegli assurdi snack spezzafame tipo le mousse di frutta o i chips alla mela, un maggiore dispendio economico (oltre che -sigh!- elevati costi ambientali).
Ne ho concluso che nella nostra malata civiltà essere magri è, pure quello, roba da ricchi.

-----------------------------------------
Vuoi commentare questo post? Clicca sul titolo (se non lo hai già fatto) e automaticamente apparirà lo spazio per i commenti. Scrivi e seleziona "commenta come". Se non hai un account scegli "anonimo" oppure "Nome/URL" se vuoi identificarti. Prima di postare il commento ti verrà richiesto di digitare una sequenza di lettere o numeri per verificare che tu sia un essere pensante e non una macchina.

Nessun commento:

Posta un commento